X

Taylor Swift è morta. Almeno, la vecchia Taylor. Lo dice lei stessa in “Look What You Made Me Do”, prima canzone estratta dal nuovo album “Reputation” in uscita il prossimo 10 novembre.

“I’m sorry, the old Taylor can’t come to the phone right now. Why? Oh, cuz she’s dead!”.

In realtà, tutto il pezzo sembra essere l’ennesima scaramuccia a distanza tra lei e Kanye West.

 A Taylor Swift infatti non era andata giù, tra le altre cose, di essere citata da West nella canzone “Famous”: “I feel like me and Taylor might still have sex/Why? I made that bitch famous”.

Ma la signora Kim Kardashian/West aveva fatto uscire una telefonata tra Taylor e West in cui la cantante sembrava dare il via libera a quel verso… 

Secondo alcuni (per esempio l’edizione americana di Rolling Stone e NME) la copertina stessa di “Reputation” ricorderebbe quella di “The Life of Pablo” e il passaggio della canzone “I don’t like your little games/I don’t like your tilted stage” sarebbe un riferimento piuttosto esplicito al palco (e all’intero mondo) di Kanye West.

Certo, stando ad altre interpretazioni ci sarebbero anche versi contro Katy Perry, e il regolamento di conti potrebbe esserci finalmente nella notte tra domenica 27 e lunedì 28 agosto agli MTV Video Music Awards. 

Per ora, quel che è certo è che ai VMA ci sarà la première del video di “Look What You Made Me Do” (Non si dorme! Diretta alle h. 2 su MTV – Sky 133 – e in streaming su Now Tv):

 

 

Official #LWYMMDvideo world premiere. Sunday 8/27 at the @vmas.

Un post condiviso da Taylor Swift (@taylorswift) in data:

Fatto sta che la vecchia Taylor è metaforicamente morta e questo spiega la sparizione di tutte le sue foto, status, eccetera dai suoi social-network prima dell’annuncio dell’uscita di “Reputation”.

E ora torniamo alla musica, che poi è quel che conta. “Look What You Made Me Do” smentisce l’idea di Taylor Swift paladina della chitarra (secondo alcuni sarebbe lei la nuova Eddie Van Halen): è infatti un pezzo danzereccio dalle tinte scure e… sì, assomiglia tantissimo a “I’m Too Sexy” del gruppo inglese Right Said Fred.

Ascoltare per credere:

Che infatti ringraziano Taylor Swift, considerato che sono accreditati come co-autori di “Look What You Made Me Do” (più che altro per evitare beghe legali, l’altro vero autore del pezzo è Jack Antonoff, suo collaboratore di vecchia data):

Dunque, altro che morta: Taylor Swift è viva e più sexy che mai. Ora aspettiamo tutto l’album.

No more articles