Un festival davvero ai confini della realtà. Il Sonar di Barcellona ha infatti deciso di festeggiare la 25esima edizione trasmettendo musica nello spazio, non una, bensì due volte.

Il festival è in programma dal 14 al 16 giugno 2018 e in cartellone c’è davvero il meglio della musica elettronica, e non solo: Gorillaz, LCD Soundsystem, Diplo, Thom Yorke dei Radiohead, solo per citare alcuni nomi (qui tutti i live e dj-set).

E questa sarà la festa su questa terra. Perché nel frattempo il Sonar ha già trasmesso un bel po’ di musica oltre i limiti del nostro sistema solare, puntando alla stella di Luyten (dove potrebbe potenzialmente esserci vita).

33 pezzi da 10 secondi ciascuno (brani di Nina Kraviz, Jean Michel Jarre e Kerri Chandler tra gli altri) sono già stati inviati nel 2017, ma dal 14 al 16 maggio ne saranno trasmessi altri 20, a 12 mila e oltre anni luce di distanza, più di 120 miliardi di km. 

E tra gli artisti che partiranno per le stelle questa volta c’è anche un italiano: Lorenzo Senni. Ecco il suo messaggio:

Sonar Calling GJ273b Control Room by Absolut è il nome dell’installazione presente a Barcellona durante i giorni del festival: il pubblico potrà così conoscere da vicino i lati artistici e scientifici di questo esperimento.

Tutte le informazioni sul progetto Sonar Calling qui. Ci vediamo al Sonar, a Barcellona dal 14 al 16 giugno 2018 e, chissà, magari un giorno balleremo anche sulle stelle. 

No more articles