Revolution. Musica e ribelli 1966-1970 è una mostra in programma alla Fabbrica del Vapore di Milano fino al 4 aprile 2018.

VH1 è media-partner dell’evento e, anche per questo motivo, pubblicheremo ogni mese una playlist dedicata a uno degli anni protagonisti della mostra.

Partiamo dal 1966.

Il presidente della Repubblica italiana è Giuseppe Saragat, mentre il presidente del Consiglio è Aldo Moro. Domenico Modugno e Gigliola Cinquetti vincono Sanremo con “Dio, come ti amo”. L’Inter di Herrera vince lo scudetto. 

La Guerra in Vietnam si fa sempre più cruda. In Cina viene pubblicato il Libretto rosso di Mao e l’Unione Sovietica lancia la sonda spaziale Luna 13. L’Inghilterra batte la Germania e vince la Coppa del Mondo. Il giornalino studentesco La zanzara del liceo Parini pubblica l’inchiesta “Un dibattito sulla posizione della donna nella nostra società” e scoppia un putiferio.

Ultimo concerto dei Beatles negli Stati Uniti e ultimo concerto dei Doors al Whisky a Go Go di Los Angeles.

E ora via con la musica

1) The Mamas & the Papas – California Dreamin  (sì, conosciuta anche in Italia come Sognando la California, fatta dai Dik Dik)

2) The Rolling Stones – Paint It Black (Anche questo pezzo è stato tradotto poi in italiano: “Tutto nero”, cantato da Caterina Caselli)

3) Nancy Sinatra – These Boots are Made for Walkin (scritta dal grande Lee Hazlewood, ne esiste anche una versione italiana cantata da Adriano Celentano)

4) The Beach Boys – Wouldn’t It Be Nice (Il 1966 è l’anno del rivoluzionario album “Pet Sounds”)

5) The Troggs – Wild Thing (Praticamente una canzone punk rock, registrata nel 1965 ma diventata celebre in questa versione nel 66)

6) Simon & Garfunkel – The Sound of Silence (un grande classico. In realtà il singolo è del 1965, ma l’album è uscito nel gennaio 66)

7) I Fought the Law – Bobby Fuller Four (canzone resa poi celebre dai Clash)

8) Beatles – Yellow Submarine (Pensavate ci fossimo dimenticati di loro?!? Uno dei brani più celebri dei Beatles, contenuto nell’album “Revolver”. Il film è poi uscito nel 1968)

9) Jimi Hendrix – Hey Joe (È il primo singolo di Hendrix, uscito in Inghilterra nel dicembre 1966. Ma ricordatevi che non è una sua canzone, ma una cover)

Paolo Pietrangeli – Contessa (un pezzo rivoluzionario per quei formidabili anni in Italia)

Revolution. Musica e ribelli 1966-1970
Fabbrica del Vapore, Milano
Fino al 4 aprile

Orari e prezzi dei biglietti qui

No more articles