Prima ha soffiato un record a Michael Jackson, poi si è esibito agli MTV VMA 2018 con gli Aerosmith e poco dopo… Ha avuto guai con il suo aereo privato, costretto a un atterraggio di emergenza a causa di due pneumatici esplosi in seguito al decollo da un aeroporto in New Jersey.

Giorni più che scoppiettanti per l’anomalo rapper americano Post Malone che, lasciata alle spalle la paura, ha dichiarato al sito americano TMZ: “Odio volare, c@*#o”. E ha raccontato di aver inviato messaggi d’amore a tutti gli amici e familiari nel caso le cose andassero a finire male.

Per fortuna, pompieri e ambulanze che aspettavano l’aereo durante l’atterraggio di emergenza di martedì 21 agosto non hanno dovuto lavorare, tutto si è concluso nel migliore dei modi e Post Malone, dopo aver ringraziato l’equipaggio, ha twittato: “Ragazzi, sono atterrato. Non posso credere a quante persone mi hanno augurato la morte, ‘fan#*!o. Ma non oggi”.

Classe 1995, vero nome Austin Richard Post, Post Malone ha debuttato con l’album “Stoney” mentre è grazie al secondo disco “Beerbongs & Bentleys” (sicuramente avete ascoltato il singolone “Rockstar” registrato con 21 Savage) che è riuscito a piazzarsi nella classifica R&B di Billboard per 77 settimane, battendo dunque Michael Jackson fermo a 76 settimane.

Tra le influenze di Post Malone ci sono Elvis, Bob Dylan, Kurt Cobain, Johnny Cash, tutte star del passato che si è tatuato addosso. Oltre ad aver scelto il proprio nome d’arte grazie a un generatore automatico di nomi rap, Malone ha raccontato in passato di aver imparato a suonare la chitarra grazie al videogioco Guitar Hero. Davvero, un eroe musicale, anzi, una rockstar di questi tempi.

Foto in apertura: ufficio stampa Universal Music

No more articles