X

Un’intera serata dedicata ai Pink Floyd. Domenica 15 aprile, alle 21.10 il film “Pink Floyd – The Wall” e a seguire un’intervista esclusiva con Roger Waters.

In attesa della VH1PinkFloydNight sul canale 67 dtt, ecco 5 curiosità su “Pink Floyd – The Wall”, film del 1982 diretto da Alan Parker, basato sul seminale album del gruppo inglese.

1) Roger Waters avrebbe voluto interpretare il protagonista del film. Ma non aveva le carte in regola per il ruolo e quindi abbandonò l’idea, lasciando la parte a un altro cantante alla prima esperienza cinematografica, Bob Geldof. 

Pink Floyd - The Wall

Il primo a destra è Roger Waters

2) Dal canto suo, Bob Geldof non voleva interpretare il protagonista del film, Pink. Per una semplicissima ragione: non amava la musica dei Pink Floyd.

Pink Floyd - The Wall - Bob Geldof

3) Waters non apprezzava le doti canore di Bob Geldof, che nel film canta “In The Flesh”. Il motivo? L’accento di Geldof, troppo irlandese.

Pink Floyd - The Wall - Bob Geldof

4) Gerald Scarfe, scenografo e disegnatore del film, non andò alla prima di “The Wall” perché non ne voleva sapere di guardare una seconda volta l’intera opera. 

Pink Floyd - The Wall - Gerald Scarfe

5) “Il progetto scolastico più costoso della storia”. Questo il giudizio del regista Alan Parker sul suo stesso film, peraltro non particolarmente apprezzato anche dagli stessi Pink Floyd. 

Pink Floyd - The Wall - Scarfe

E invece il film “The Wall” è un pezzo di storia della cultura pop del XX secolo. 

#VH1PinkFloydNight
Domenica 15 aprile
Ore 21.10 Pink Floyd – The Wall
A seguire, VH1 meets Roger Waters
Sul canale 67 dtt, canale 25 tivusat e in streaming su questo sito

Nell’attesa, ecco un po’ di immagini del film:

No more articles