X

Dal Mickey Mouse Club degli anni Novanta agli Oscar 2017. La coppia di vecchi amici Justin Timberlake e Ryan Gosling si è infatti ritrovata domenica 26 febbraio sul palco più prestigioso di Hollywood.

Gosling Timberlake Mickey Mouse

Piccole canaglie. Gosling e Timberlake ai tempi del Mickey Mouse Club. Nel cast dello show anni Novanta c’erano anche Britney Spears e Christina Aguilera.

Timberlake era in gara agli Oscar per la sua canzone “Can’t Stop The Feeling” colonna sonora di “Trolls” mentre Gosling era tra i favoriti per il musical “La La Land”.

Timberlake Gosling Oscar 2017. Foto: Getty Images

Timberlake e Gosling sono cresciuti forti e sani. E da Topolino sono arrivati agli Oscar 2017. Foto: Getty Images

E alla cerimonia degli Oscar 2017 l’ultimo colpo di Bonnie & Clyde è andato storto. Faye Dunaway e Warren Beatty, che nel film “Gangster Story” interpretavano la celebre coppia criminale, hanno infatti illuso Ryan Gosling e tutta la squadra di “La La Land” sbagliando l’annuncio sul palco degli Oscar.

Il miglior film per l’Academy è dunque “Moonlight” e non “La La Land”. Gli stessi organizzatori si sono scusati con Beatty, Dunaway e la delusa combriccola di “La La Land”: ci sarebbe stato uno scambio di buste e dunque nelle mani di Bonnie & Clyde sarebbe finita quella per l’Oscar a Emma Stone, miglior attrice protagonista di quest’anno.

Gaffe a parte, sul palco degli Oscar 2017 si sono esibiti appunto Justin Timberlake, John Legend, Sting e Lin-Manuel Miranda.

Justin Timberlake ha aperto la cerimonia regalando alla platea degli Oscar il suo brano “Can’t Stop the Feeling”, canzone tratta dal film “Trolls”, arricchito dalla cover di Bill Wither “Lovely Day”.

Sting, chitarra e voce, ha cantato The Empty Chair dal film “Jim: The James Foley Story”, documentario che racconta la storia di un giornalista americano decapitato dai miliziani dell’Isis.

Dietro le spalle di Sting, alla fine della sua esibizione, è comparsa una citazione dello stesso Foley: “Se non ho il coraggio morale di sfidare l’autorità… Non esiste il giornalismo”.

John Legend, naturalmente, ha cantato “Audition (The Fools Who Dream) e City of Stars”, due canzoni che fanno parte della colonna sonora del film “La La Land”.

Ecco tutti i premi degli Oscar 2017:

Miglior film: “Moonlight”

Miglior attrice protagonista: Emma Stone per “La La Land”

Miglior attore protagonista: Casey Affleck per “Manchester by the Sea”

Miglior regia: Damien Chazelle per “La La Land”

Miglior fotografia: “La La Land”

Miglior sceneggiatura non originale: “Moonlight”

Miglior colonna sonora: “La La Land”

Miglior scenografia: “La La Land”

Miglior attore non protagonista: Mahershala Ali per “Moonlight”

Migliori costumi: Colleen Atwood per “Animali fantastici e dove trovarli”

Miglior trucco e acconciatura: Giorgio Gregorini, Alessandro Bertolazzi e Christopher Nelson per “Suicide Squad”

Miglior documentario: “O.J: Made in America”

Miglior montaggio sonoro: “Arrival”

Miglior sonoro: Kevin O’Connell per “La battaglia di Hacksaw Ridge”

Miglior attrice non protagonista: Viola Davis per “Barriere”

Miglior film straniero: “Il cliente” di Asghar Farhadi, Iran

Miglior cortometraggio d’animazione: “Piper”Sondheimer”

Miglior film d’animazione: “Zootropolis”

Migliori effetti speciali: “Il libro della giungla”

Miglior montaggio: “La battaglia di Hacksaw Ridge”

Miglior cortometraggio documentario: “The White Helmets” di Orlando von Einsiedel

Miglior cortometraggio: “Sing”

Miglior canzone: “City of Stars” dal film “La La Land”

Miglior sceneggiatura originale: “Manchester by the Sea”

 

 

 

 

 

No more articles