Sesso, droga e rock & roll. È questa la storia dei Motley Crue, la band glam metal californiana che ha segnato la cultura popolare degli anni Ottanta e Novanta. Oltre la musica e i notevoli risultati in classifica, ci sono gli infiniti aneddoti ai confini della realtà che riguardano i quattro membri del gruppo: Vince Neil, Nikki Sixx, Mick Mars e Tommy Lee.

Non sorprende quindi che la loro biografia, il libro best seller “The Dirt” (scritto da Neil Strauss con la stessa band, edito in Italia da Tsunami), sia diventato un vero e proprio film, in uscita il 22 marzo. 

Nell’epopea dei Motley Crue ci sono successi discografici – dall’esordio “Too Fast for Love” al trionfo di “Dr. Feelgood” (erano gli anni dominati dalle chiome dopate di Poison e Guns n’ Roses) – e le scorribande innaffiate da sostanze stupefacenti e alcol: purtroppo, nel 1984 il cantante Vince Neil ha provocato un incidente mortale in cui è morto un suo amico e collega, Razzle, batterista degli Hanoi Rocks.

Nella carriera dei Motley Crue ci sono state tante, tantissime ragazze (non a caso, uno dei loro più grandi successi è “Girls, Girls, Girls”). Il batterista Tommy Lee è stato sposato con l’attrice Heather Locklear ed è diventato famoso in tutto il mondo per il sex-tape girato con Pamela Anderson, stella di Baywatch (tutti i giorni alle h. 15 su Spike, canale 49 dtt)

E restando sempre sulle spiagge di Baywatch, il bassista dei Motley Crue, Nikki Sixx, è stato sposato con Donna D’Errico, un’altra star della serie tv.

“The Dirt” è stato girato da Jeff Tremaine (regista di Jackass) e nel cast ci sono Douglas Booth, Machine Gun Kelly, Daniel Webber e Iwan Rheon. Non vediamo l’ora di godercelo.

In teoria, i Motley Crue hanno fatto un ultimo tour di addio nel 2015. Ma, considerato il film in arrivo, non escludiamo il ritorno. E sarebbe graditissimo.

Foto in apertura: la copertina di “Too Fast for Love”.

No more articles