“Leaving Neverland”. È questo il titolo di un nuovo documentario su Michael Jackson che verrà presentato in anteprima al Sundance Film Festival. Il film accusa Michael Jackson di aver abusato sessualmente di due bambini.

Questa è la trama di “Leaving Neverland”, documentario dalla durata di 236 minuti diretto e prodotto da Dan Reed: “All’apice del suo successo, Michael Jackson cominciò una lunga relazione con due bambini di 7 e 10 anni, e le loro famiglie. Ora che hanno 30 anni raccontano la storia degli abusi che hanno subito da Jackson, e come ne sono venuti a patti negli ultimi anni”.

I media americani stanno indagando per capire quali siano i ragazzini ormai cresciuti che hanno accusato Michael Jackson nel film, ma al momento non ci sono conferme, non si conosco i loro nomi.

Il ragazzino che si vede nella foto che accompagna la presentazione del film al Sundance è Wade Robson, ballerino (apparso nei video di “Black or White” e “Heal the World”) che nel 2013 aveva affermato di essere stato molestato da Michael Jackson, facendo causa a due società di Jackson. Ma nel 2017 i giudici hanno respinto le accuse.

Rappresentanti di Michael Jackson hanno risposto all’uscita del film dicendo che “questo cosiddetto documentario è solo un rimaneggiamento di vecchie accuse infondate. È sconcertante che un regista credibile si impegni in un progetto simile”.

Nel 2014 il regista di “Leaving Neverland”, Dan Reed, aveva diretto il documentario “The Paedophile Hunter” e successivamente “Three Days of Terror: The Charlie Hebdo Attacks”. 

Il Sundance Film Festival 2019 aprirà il 24 gennaio.

No more articles