“L’ospite speciale per questa canzone è il nostro ospite preferito dell’intera serata: voi”. Mike Shinoda ha fatto cantare a tutto il pubblico della Hollywood Bowl i versi di “In the End” cantati originariamente da Chester Bennington.

È stato uno dei momenti più toccanti del concerto tributo di venerdì 27 ottobre, a Los Angeles: il primo live dei Linkin Park dopo la morte di Bennington.

E dopo “In the End” ha preso la parola Talinda, la moglie di Bennington: “È giunta l’ora di considerare la salute mentale tanto importante quanto quella fisica. La mia missione è far sì che le persone abbiano accesso in modo molto più semplice a cure psicologiche.

Tra gli ospiti del concerto dei Linkin Park, ci sono stati Jonathan Davis dei Korn, i Blink-182, System of a Down e Sum 41.

E tra le sorprese più emozionanti c’è stata anche “Looking for an Answer”, una canzone inedita suonata da Mike Shinoda, voce e pianoforte.

Foto in apertura: YouTube

No more articles