X

Un altro spiacevole episodio ha segnato la diatriba tra Katy Perry e il gruppo di suore che si erano opposte alla vendita della proprietà ecclesiastica dove avevano vissuto alla cantante.

Durante un’udienza del processo, infatti, una delle suore è morta in aula: era suor Catherine Rose Holzman, aveva 89 anni e, nei battibecchi passati, era a quanto pare arrivata ad accusare Katy Perry di simpatie per la stregoneria.

La suora è morta venerdì 9 marzo in California e, prima di entrare in tribunale per l’udienza, si era nuovamente rivolta a Katy Perry: “Abbiamo solo chiesto a Hollister di salvarci, di acquistare la proprietà. E chiediamo a Katy Perry, per favore, di fermarsi. Non fa bene a nessuno, sta solo ferendo molte persone”.

Le suore hanno lottato a lungo affinché l’ex convento di Los Feliz, a Los Angeles, fosse infatti venduto a un ristoratore, tal Dana Hollister. Secondo loro, lo stile di vita della pop star non era adatto alla loro ex residenza. Ma Katy Perry e la stessa diocesi di Los Angeles avevano denunciato Hollister, accusato di aver interferito nel processo di compra-vendita. 

Katy Perry voleva la proprietà (pare per andarci a vivere), ma nel frattempo le suore l’avevano venduta a Hollister. Peccato che, secondo la Chiesa, le suore in questione non avessero il diritto di vendere l’ex convento e dunque, alla fine, un giudice aveva riconosciuto a Katy Perry e alla Diocesi di Los Angeles un risarcimento complessivo di 15 milioni per il mancato acquisto.

 

Questo è un sito che ha supportato la lotta delle suore contro Katy Perry. “Riposi con gli angeli il nostro tesoro più prezioso”, il loro messaggio per suor Catherine Rose.

No more articles