Internet ci ha fatto il lavaggio del cervello: ecco spiegato il successo di Ed Sheeran. Questo, in estrema sintesi, il pensiero del cantante degli Strokes, Julian Casablancas.

In un’intervista al magazine Vulture, Casablancas ha detto la sua sullo stato attuale del music-business e, dal suo punto di vista, un artista come Ariel Pink meriterebbe di essere tanto famoso quanto Ed Sheeran.

Il solito discorso: presunto valore culturale vs. popolarità commerciale.

Casablancas ha specificato di non avere nulla contro Ed Sheeran – “sembra un bravo ragazzo, che venda miliardi di dischi” – ma proprio non capisce perché “non possa esistere un mondo dove Ed Sheeran ottiene il 60% dell’attenzione e Ariel Pink il 40%. Il 99,5% è tutto per Ed Sheeran. Che si parli di politica o musica, chi fa più propaganda vince”.

Dicevamo, secondo il cantante degli Strokes, sarebbe tutta colpa di internet: “Credevo che potesse dare a tutti l’opportunità di accedere alla miglior musica, pensavo potesse essere un’influenza positiva permettendo alla musica di evolversi come non mai. Invece è tutto un gioco di profitti capitalistici. Credevo potesse bilanciare i rapporti tra qualità e mainstream, invece è successo l’esatto contrario”.

Non manca un appunto sugli One Direction: “Hanno 4 miliardi di views, ma gli artisti migliori di questi tempi fanno fatica ad avere una piccosa parte di quell’attenzione”.

Nell’intervista a Vulture, fatta per promuovere il secondo album del suo progetto Voidz, Julian Casablancas ha ammesso di non essere molto bravo a spiegare il proprio punto di vista. E, a proposito di fama, ha fatto uno scivolone anche a proposito di Jimi Hendrix: “Ci sono voluti anni affinché diventasse famoso quanto lo è oggi. Se guardi le classifiche di allora era al 300esimo posto, non aveva singoli”.

L’intervistatore gli ha fatto notare che “Jimi Hendrix era molto famoso quando era in vita e “Electric Ladyland” è stato un album da primo posto in classifica”. Risposta del buon Julian: “Per quanto ne so, pensavo non avesse avuto successo commerciale ai tempi”. Ma Hendrix chiuse anche il Festival di Woodstock… Risposta di Casablancas: “Okay”.

No more articles