Trump arriva in Inghilterra e “American Idiot” dei Green Day torna ai piani alti delle classifiche inglesi. Merito di una campagna mossa per protesta contro lo sbarco a Londra del presidente degli Stati Uniti d’America.

“American Idiot for UK No. 1 When Trump Visits” è l’account social che punta a portare le parole di Billie Joe, Tré Cool e Mike Dirnt al primo posto dell’hit parade britannica:

“Don’t wanna be an American idiot / Don’t want a nation under the new mania”… A pochissimi giorni dall’arrivo di Trump, la canzone dei Green Day, uscita nel 2004 e cantata ai tempi contro Bush, sta effettivamente salendo in classifica.

E l’unica canzone “nemica” in grado di sabotare la protesta contro Trump firmata Green Day potrebbe essere “Three Lions” per via dell’Inghilterra vincente ai Mondiali di calcio in Russia.

Vincerà la gioia calcistica o il dissenso politico? Tra pochi giorni la risposta.

No more articles