X

Fabri Fibra ha sempre voluto l’adesivo TESTI ESPLICITI sui propri dischi, esattamente come lo sticker “Parental Advisory – Explicit Content” che siamo abituati, che eravamo abituati, a vedere sugli album americani. Un avvertimento che è sparito solo quest’anno, con l’uscita di “Fenomeno”, 17 tracce comunque senza peli sulla lingua.

Fabri Fibra Testi Espliciti

Attenzione, attenzione! Prestiamo bene orecchio

Una scelta, quella dello sticker, spiegata bene dalla manager di Fibra, Paola Zukar, in un capitolo del suo libro “Rap – Una storia italiana”: “In Italia non c’è alcun obbligo di aggiungere alcun bollino che avverta del contenuto potenzialmente offensivo dei contenuti di un album (…) L’adesivo TESTI ESPLICITI che avete visto fino a oggi sui dischi l’ha aggiunto Fibra perché gli piaceva l’idea di averlo, perché lo vedevamo nei dischi americani. Perché pensavamo erroneamente che potesse in piccola parte tutelarci da fraintendimenti vari. Ci sbagliavamo”.

I testi di Fabri Fibra, protagonista di VH1 Storytellers, sono davvero espliciti, diretti, taglienti, talvolta controversi, mai e poi mai scontati e banali. Al di là di nomi e cognomi, accuse e cause, abbiamo scelto 17 versi di Fibra che riassumono bene la sua carriera.

1) La verità è che se avrò successo, questi fan che mi hanno seguito fino ad adesso, appena vedono che prendo il primo premio, mi diranno “Oh, vaffanculo scemo”.
“Vaffanculo scemo”, Tradimento, 2006

2) Raggiro ragazzi con discorsi da pazzi, conto come una bomba in un covo di nazi.
“Tutti matti”, Tradimento, 2006

3) Hai comprato il mio cd e lo canti tutto a memoria. È uno scandalo quando poi l’hai copiato a metà scuola.
“Applausi per Fibra”, Tradimento, 2006

4) L’Italia è piccola. Non avrai creduto a tutto? Era tutto finto. Io neanche fumo più, ho smesso. Bugiardo!
“Bugiardo”, Bugiardo, 2008

5) Andiamo a Sanremo, Sanremo. Ho scritto una canzone che ti piacerà perché parla di Sanremo.
Bugiardo, Bugiardo, 2008

Fabri Fibra

Fabri Fibra fotografato da Sha Ribeiro, 2017

6) Ho fatto mille errori, e ne farò di peggiori.
“Un’altra chance”, Bugiardo, 2008

7) Ma sono vittima del mio personaggio, e me ne accorgo quando parlo allo specchio da solo che lo incoraggio. E dico “Vai Fibra, vai Fibra, dillo a tutti, che prima di cominciare li hai già distrutti”.
“Incomprensioni”, Chi vuole essere Fabri Fibra, 2009

8) Il mio rap è come un cellulare, invia messaggi. Faccio più rime che i cinesi i massaggi, metti le cuffie, vedrai come viaggi, il rap al cervello fa gli idromassaggi.
“Diverso”, Controcultura, 2010

9) Ti ricordi che suonavo per due lire, sotto il palco due persone: bei momenti? Be’, non direi.
“Bei momenti”, 2013

10) Andrò all’inferno perché ho le giuste conoscenze.
“Centoquindici”, Guerra e pace, 2013

Fabri Fibra

Fabri Fibra, 2010

11) Non sono in cerca di parole, sono in cerca di Dio come ogni scrittore.
“Voce”, Guerra e pace, 2013

12) Non correre, reagisci. Prenditi ciò che è tuo, combatti!
“Non correre”, Guerra e pace, 2013

13) A te basta che respiri. A me basta che ti spari!
“Il rap nel mio paese”, Squallor, 2015

 

14) Faccio un tiro e sono fuori. Come dal Primo maggio.
“Troie in Porsche”, Squallor, 2015

15) Un consiglio per farcela? Esagerate!
“Squallor”, Squallor, 2015

16) In questo mondo di ladri e di figli d’arte, i rapper di oggi ti fanno le scarpe…”
“Fenomeno”, Fenomeno 2017

Ma quali scarpe… Applausi per Fibra!

 
No more articles