Venti minuti di musica dal vivo fanno aumentare il tuo benessere del 21%. Presente quella scossa, i brividi che senti lungo tutto il corpo quando vedi i concerti del tuo cantante o de tuo gruppo preferito, il live, gli applausi e le urla del pubblico? Ecco, hanno un effetto benefico, tanto da allungarti la vita.

Lo sostiene la scienza, uno studio effettuato dal professor Patrick Fagan – dottore in Scienze comportamentali alla Goldsmiths University of London – con O2, compagnia telefonica britannica che, ricordiamolo considerata la materia trattata, è sponsor di numerosi palazzetti per la musica live in Inghilterra.

I test psicometrici personalizzati e di frequenza cardiaca sono stati fatti mettendo a confronto la partecipazione a concerti con lo yoga e le passeggiate col proprio cane. Bene: andare a sentire musica dal vivo farebbe aumentare la stima di se stessi del 25%, così come porterebbe a essere più ben disposti nei confronti del prossimo (stessa percentuale) e stimolerebbe la mente per una percentuale pari al 75%.

The Libertines - Home Festival - Foto: Natascia Torres

E va sempre meglio se vai a un concerto una volta ogni due settimane. In questo caso sicurezza di sé, felicità, produttività raggiungono valori massimi. E un benessere simile allungherebbe la vita di ben 9 anni. 

Lunga vita ai live! A che concerto andiamo stasera? 

Foto The Libertines: Home Festival – Natascia Torres 
Foto in apertura: Home Festival 2017 – Alessandro Russo

  

No more articles