Fare affari con gli UFO non conviene. Scherzi a parte, la società fondata dall’ex Blink 182 Tom DeLonge per studiare forme di vita aliena ha la bellezza di 37,4 milioni di debiti.

Lasciata la band, DeLonge ha infatti investito capitali e tutto se stesso in To The Stars Academy of Arts and Sciences, ente dedicato appunto agli studi extra-terrestri, per cui nel 2017 ha ricevuto anche riconoscimenti accademici.

Purtroppo per lui, però, i conti non tornano più e, stando a un report della Securities and Exchange Commision, i debiti e le perdite sono stellari, tanto da mettere a rischio l’attività dell’ex Blink-182, che in passato avrebbe dato il proprio contributo a un programma di studio sugli alieni dello stesso governo americano (qui un articolo del New York Times al riguardo). 

Foto in apertura: la copertina di “Enema of the State”, l’album più famoso dei Blink-182, successo planetario da oltre 15 milioni di copie vendute grazie a singoli come “What’s My Age Again?” e “All the Small Things”. Davvero cose dell’altro mondo!

No more articles