X

Uno dei più grandi rapper degli anni Novanta, una delle voci più importanti dell’hip-hop: Tupac Amaru Shakur.

La sua storia è ora un film: “All Eyez on Me”, nei cinema da giovedì 7 a mercoledì 13 settembre.

Diretto dal regista Benny Boom con l’attore Demetrius Shipp Jr. nei panni di 2Pac, “All Eyez on Me” ripercorre la purtroppo breve vita del rapper.

Tupac Shakur è infatti morto dopo essere stato colpito da quattro pallottole in una strada di Las Vegas. Era appena uscito dall’MGM Grand Hotel & Casino di Las Vegas, dove aveva assistito a un incontro di boxe tra Mike Tyson e Bruce Seldon; e aveva solo 25 anni.

All Eyez on Me - Tupac - Locandina

Quello di Tupac è un omicidio riconducibile alla faida tra due fazioni della scena hip-hop americana, West coast da una parte ed East Coast dall’altra; ma non è mai stato individuato e condannato il colpevole.

Tupac era figlio di una militante delle Pantere Nere, aveva trascorso infanzia e adolescenza in strada, e prima di morire era già sfuggito a un agguato e stato in carcere per abusi sessuali mentre aveva una relazione con Madonna: proprio questa vita travagliata è stata il carburante per le sue canzoni e i suoi successi discografici, 4 album in studio (svariati quelli postumi) e oltre 75 milioni di dischi venduti.

La sua voce ha raccontato le difficoltà nel ghetto, accusato gli abusi delle forze dell’ordine, cantato contro la discriminazione razziale

Ecco un estratto in anteprima per VH1, 2Pac alle prese con la creazione di una delle sue hit più famose, “California Love”:

 

All Eyez on Me, la storia mai raccontata di Tupac Shakur.
Nei cinema da giovedì 7 a mercoledì 13 settembre

No more articles